OVER DOWN

over_down_dario_russo

Clover Loveover e’ lo pseudonimo di un emergente sceneggiatore napoletano, classe 1978, che esordisce con due sceneggiature i cui titoli sembrano essere contenuti nel suo nomignolo. Ma il loro contenuto e’ completamente differente, e l’una non e il seguito dell’altra. “OVER DOWN”, un thriller tra adolescenti che la fanno da protagonisti assoluti, risucchiati dalle loro tragedie scolastiche e familiari, condito da leggere venature horror. E si svolge nella nostra benamata Italia. Ecco spiegato il cervello che fa’ da copertina ad “OVER UP”, perche’ da esso partono e tornano quelli che sono gli impulsi della vita. Ed ecco spiegato anche dello stomaco in copertina ad “OVER DOWN”: e’ il nostro secondo cervello, ed e’ da li’ che parte quella sofferenza che si trasforma in rabbia tipica degli adolescenti. “OVER DOWN” e’ la storia di Edna, una ragazza aggressiva, in sovrappeso, lasciata sola a casa dal padre sempre via per il suo lavoro di chirurgo ortopedico, diviso tra un’amante e l’altra ed un amico omosessuale ossessionato dalla continua assenza di lui. E’ la storia di sua madre, morta in quello che all’apparenza sembra essere un banale incidente domestico. L’unico ricordo vivo rimasto a Edna di sua madre è quello di quando giocavano a mosca-cieca, tant’è che, spesso ancora le sembra di vederla girovagare per casa, in un misto di realtà e visioni oniriche,
E’ la storia di Matilda, la sua migliore amica caratterialmente l’opposto di Edna: timida, introversa, snella e carina, con i genitori assenti da qualche settimana a causa del nonno ricoverato d’urgenza in un ospedale fuori città. Nonostante i loro caratteri agli antipodi, qualcosa di sottile ed estremo riesce a tenerle unite. Matilda, debole di natura, suo malgrado entra in simbiosi con l’amica e, volendo a tutti i costi essere come lei, decide di ingrassare con una dieta a base di ogni sorta di cioccolata che la porterà a degli scompensi mestruali, arrossamento gengivale e cutaneo con conseguente perdita dei capelli. La sua insolita solitudine, alternata in momenti di intensa eccitazione masturbatoria, viene filmata dal suo vicino di casa, un solitario, da sempre invaghito di lei. La situazione si complica quando Edna, non avendo da qualche giorno notizie di Matilda, lascia salire a casa propria Giulio, il ragazzo di cui Matilda è innamorata e che Edna crede di poter svezzare a modo suo. Purtroppo sarà proprio Edna a restare vittima di un gioco ben organizzato da Giulio, anche lui divertito nel gareggiare con gli amici conteggiando le volte che va con una ragazza ed immettendo in internet i suoi amplessi appena compiuti filmandoli interamente col cellulare. Quando Edna si risveglia, non ricorda assolutamente nulla di ciò che è successo. Chiama a gran voce Matilda con gli occhi bendati, per giocare un’ennesima volta a mosca-cieca con la sua amica di sempre.
Ma ciò che trova sono i cadaveri di Matilda e Giulio che lei stessa ha uccisi e successivamente rimosso dalla sua mente.

Sceneggiature
Autore: Dario Russo
Lingua: Inglese
Copertina lucida flessibile 166 pagine

Segui l’autore

You might also enjoy